FILMSCOMMEDIE 

PECCATO DI CASTITA'

Disponibili per:

Televisione, TV Cavo, TV Satellite e Home Video

Distribuiti da: 

Starlight s.r.l.  Via Bissolati 22, 20125 Milano Italy 

 Tel (+39) 02 6071236 Fax (+39) 02 60730028

Web site www.starlight.it email info@starlight.it

_______________________________________________________________________

PECCATO DI CASTITA'

Regia :  Gianni Franciolini

Formato : 35 mm Bianco/nero

Durata : 100 minuti

Attori : Giovanna Ralli, Antonio Cifariello, Mara Werlen¸ Lily Granado¸ Franco Fabrizi

Versioni : Italiano BIANCO / NERO

Anno di produzione : 1956

  

Due giovani sposi di Terracina, Valentina e Michele Colasanti, hanno deciso di trascorrere la luna di miele a Venezia. Il periodo del fidanzamento è stato funestato da contrasti tra le famiglie degli sposi e Valentina, assillata dal pensiero che il matrimonio potesse andare a monte, ha fatto segretamente voto di astenersi dai rapporti col marito durante la prima notte di matrimonio. Ora si sono messi in viaggio e giungono a Roma, dove lo sposo ha prenotato uno scompartimento nella vettura letto del treno Roma-Venezia, ma Valentina ha fatto in modo di giungere in ritardo, e il treno è già partito. Ella propone di proseguire col treno successivo, privo di vettura letto; ma Michele decide di pernottare a Roma. Malgrado gli stratagemmi escogitati da Valentina, i due finiscono col trovare una camera; ma la sposa riesce a farsi accom­pagnare in un bar, alla ricerca di una immaginaria zia. Avendo scorto un antico d’infanzia, lo costringe ad unirsi a loro, benché si trovi in compagnia di una donna di facili costumi, e tutti insieme vanno a vedere una festa popolare. Fingendo un improvviso malessere, Michele si fa riportare all’albergo, ma Valentina non si arrende. Ella neutre a vari altri espedienti e alla fine si finge sonnambula: de­stando la curiosità e la meraviglia del clienti dell’albergo, vaga per i corridoi e sulla terrazza, finché le luci dell’alba le annunciano che la prima notte è trascorsa. Intanto una telefonata dalla famiglia dei suoceri avvertito Michele dello stravagante voto della sposa. Egli cerca di farle comprendere l’assurdità della cosa, fa un pò  il broncio; ma ben presto tutto si accomoda.